Thank you for your patience while we retrieve your images.

The International Space Station Over San Giovanni Battista Church - Syracuse Sicily

The International Space Station Over San Giovanni Battista Church - Syracuse Sicily

Blend

Questo scatto è stato realizzato all'interno della chiesa di San Giovanni Battista presso il quartiere la Giudecca di Ortigia (Siracusa) e mostra il passaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) tra il pianeta Marte e la Stella Aldebaran del Toro e la stella Capella dell'Auriga. Da leviedeitesori.com: "Un gioiellino medievale nell’antico quartiere ebraico. San Giovanni Battista, più conosciuta come San Giovannello, fu edificata sui resti di una basilica paleocristiana del IV secolo, voluta dal vescovo Germano. Conserva la facciata e l’impianto originari del 1380. Il portale è abbellito con un rosone che sembra un merletto ma che non è centrato, a causa di modifiche e rimaneggiamenti subiti dall’edificio nel corso dei secoli, soprattutto nel 1700. L’interno, a tre navate, è sobrio, con archi ogivali. Fino al 1900 nelle celle campanarie che esistono ancora, c’erano due campane, ma poi furono rimosse." Tengo molto a questo scatto; esso vive di dualismi: da un lato la tradizione storica e religiosa della nostra terra e dall'altro la modernità attuale espressa dalla stazione spaziale. Essa vive anche nel binomio tra scienza e religione. Attraverso la chiesa ed il suo tetto mancante siamo portati ad osservare l'universo e a meravigliarci dello splendore del creato. Le stelle sono luci di speranza che ricordano il divino che pervade il cosmo. Al contempo, la chiesa ci invita a riflettere sull'importanza della scienza quando essa viene perseguita per proteggere la vita e per nobilitare la bellezza e la complessità del creato e ....e quale scienza può incarnare meglio questo concetto se non l'astronomia! L'astronomia ci ricorda che abbiamo ricevuto un dono speciale: il nostro pianeta e la vita su di esso e che dobbiamo fare di tutto per proteggerli imparando dal cosmo senza confini che siamo un unico popolo sotto un unico cielo divino.

This shot was taken